Quanto spazio dai?

October 14, 2019

 

Ho passato una settimana con mio figlio Luca in Toscana insieme a una coppia di amici e i loro tre figli. Luca si è trovato molto bene con gli altri ragazzi, soprattutto i due maschi. 

Alla fine del nostro soggiorno i tre ragazzi  si sono salutati in modo molto leggero e distaccato. “Ciao!”  A tre metri di distanza. Zero contatto fisico.

 

Arrivati a casa, mio figlio è scoppiato a piangere. “Mi mancano” ha continuato a dire mentre piangeva. È andato avanti così per ore. Pianti pieni di dolore. Ho menzionato che è andato avanti per delle ore? 

 

Poi la sera a letto mentre piangeva ha voluto anche parlarne. A lungo e in ogni dettaglio. Gli ha fatto malissimo questo saluto da “macho” fra i ragazzi senza il coraggio di esprimere i loro sentimenti. Senza dare peso a questa fine e potersi abbracciare. 

 

Sono fiera di me di essere riuscita ad accogliere il dolore (snervante) di mio figlio. Dargli lo spazio (ore!!!) e la libertà di elaborare fino in fondo la sua tristezza. A digerirla. Smaltirla. Superarla. Per uscirne sereno. 

 

Mi chiedo dove sarebbe finita quella tristezza nel suo piccolo corpo e nella sua giovane anima se avesse trovato le mie braccia e orecchie chiuse. “Dai, che li rivedi”. “Ora basta, smettila”. “Non è successo niente, hai passato una bella vacanza”.

 

Quanto spazio dai alle emozioni “snervanti”? Abbastanza per digerirle, smaltirle, superarle?

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

I miei articoli

Mi hanno clonato il bancomat

October 24, 2016

1/1
Please reload

Articoli recenti

December 9, 2019

December 2, 2019

November 25, 2019

November 11, 2019

October 28, 2019

October 14, 2019

October 7, 2019

Please reload

Follow Me
  • Facebook Classic

CONTATTAMI PER SAPERNE DI PIU' O PER FISSARE UN INCONTRO CONOSCITIVO GRATUITO

ANJA J. CUCINOTTA

bethekeycoach@gmail.com

+39-338-292 0598

 

20091 Bresso (MI)

Italia

Follow me:

  • w-facebook

© 2016 by Anja J. Cucinotta